TESI

La tesi che ho scritto tratta in modo dettagliato gli aspetti tecnici ed emotivi che vanno tenuti in considerazione nel campo dell’interpretariato e della comunicazione. La tesi è scritta in italiano e tradotta in inglese e portoghese brasiliano.

Di seguito trovate la tesi completa e il Curriculum Vitae in formato PDF  e i link dei video della discussione di laurea del 7 aprile 2016.

MARCELLO IOZZIA TESI COMPLETA

MARCELLO IOZZIA CURRICULUM VITAE

Annunci

Peperoni al cous cous

Salve a tutti 🙂

Il piatto di oggi è totalmente inventato, ma nonostante ciò è incredibilmente gustoso. Si tratta di peperoni ripieni di cous cous. 🙂

Le dosi non sono assolutamente da rispettare, potete anche utilizzare più peperoni o più cous cous a seconda di quanta fame avete 😛

Ingredienti

  • 3 peperoni di media grandezza;
  • Due piccole zucchine;
  • Una cipolla;
  • Due salsiccette;
  • Cous Cous precotto (circa 100 grammi vanno bene);
  • Preparato per brodo vegetale;
  • Vino bianco;
  • Olio;
  • Sale;
  • Salvia;
  • Pepe nero.

Preparazione

Lavate, mondate e tagliate finemente la cipolla. Mettetela in una padella capiente con un po’ d’olio e fatela appassire a fuoco lento.

20150524_125804

Quando sarà dorata aggiungete la salsiccia spellata e spezzettata, e cuocete per un po’ a fuoco alto, sfumando con del vino bianco.

20150524_130308

Aggiungete le zucchine tagliate a cubetti, e aggiungete salvia, pepe nero e sale a vostro piacimento.

20150524_130436

 

20150524_130903

Nel frattempo in una casseruola mettete un po’ d’olio e versate il cous cous, facendolo tostare per bene. A questo punto aggiungete del brodo vegetale che avrete preparato in precedenza, e fate asciugare tutta l’acqua. Controllate se il cous cous è abbastanza morbido, perché successivamente potrebbe asciugarsi.

20150524_132059

Lavate i peperoni e privateli dei semi, senza buttare il gambo e senza dividerli a metà. Mischiate il cous cous al condimento, e con questo farcite ogni peperone. richiudete i peperoni con i gambi che avete lasciato da parte, e metteteli in una teglia con un po’ di carta forno. oliateli bene e mettete in forno caldo fin quando i peperoni non saranno morbidi.

20150524_132552

20150524_133343

A questo punto il piatto è pronto. Può essere mangiato tranquillamente anche tiepido o freddo, perché il cous cous avrà assorbito bene tutti i sapori.

Buon appetito 🙂

Polpettoni dal cuore filante con salsa alle verdure

Salve a tutti 🙂

Oggi vi propongo un piatto semplice ma dal successo assicurato, i polpettoni dal cuore filante con salsa alle verdure.

La ricetta mi è stata presentata per la prima volta da una mia amica ( carah<3 ) e ho deciso di riproporla, dato che me ne sono innamorato 😀

Ingredienti per due polpettoni di piccole dimensioni

  • 400 grammi di macinato misto tra maiale e vitello;
  • Uno o due uova;
  • 3 carote;
  • 2 cipolle piccole;
  • Preparato per brodo (va bene sia il brodo classico che quello vegetale);
  • Due fette di pane (va bene sia il pane raffermo che un pane più morbido);
  • Un po’ di latte (servirà per ammorbidire il pane);
  • Aglio in polvere;
  • Pepe nero;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Un formaggio filante (io ho utilizzato l’emmenthal francese);
  • Vino bianco;
  • Sale.

Preparazione

Lavate e mondate carote e cipolle, tagliandole a piccoli pezzi, e mettetele in una casseruola grande con un po’ d’olio d’oliva. Aggiungete un pizzico di sale e un po’ di preparato per brodo e lasciate appassire.

In una piccola ciotola mettete il pane spezzettato e aggiungete poco latte, schiacciando nel frattempo il pane, fino a quando si sarà ammollato completamente. Nel frattempo in una ciotola abbastanza capiente mettete la carne (se avete modo di tritarla per renderla più omogenea è meglio, ma va bene anche se la grana è un po’ più grossa). Aggiungete l’uovo o le uova, il sale, il pepe nero, l’aglio in polvere, e il pane ammollato, e mescolate bene. L’impasto verrà molto molle, quindi per creare i polpettoni ci servirà della carta forno. In un foglio mettete un po’ di impasto e stendetelo con l’aiuto di un cucchiaio, fino a creare uno strato di circa un paio di centimetri di spessore (non fatelo troppo spesso altrimenti potrebbe rimanere crudo all’interno). Mettete delle fettine non troppo spesse di formaggio filante, e con l’aiuto della carta forno arrotolate i polpettoni, chiudendoli poi bene ai lati con l’aiuto di un cucchiaio, o anche con le mani.

20150906_133700

A questo punto metteteli dentro la casseruola, e non toccateli assolutamente per la prima mezz’ora, in modo tale che l’impasto abbia modo di rapprendersi. Sfumate con del vino bianco.

20150906_133820

Trascorso questo tempo girateli e lasciateli cuocere un’altra mezz’ora. Regolate eventualmente con altro sale, o preparato per brodo, e in caso aggiungete altro vino bianco per non fare asciugare troppo il tutto. A cottura ultimata, togliete i polpettoni e frullate con un minipimer o in un frullatore le carote e le cipolle. Unite il polpettone alla salsa, e se vi risulta troppo densa, allungatela con un po’ di vino bianco.

 

20150906_143449

Buon appetito 🙂

Homemade macaroni with cherry tomato sauce and fried aubergine

Hi everyone 🙂

This is the first article i’ve ever written in English, so i hope i won’t make any mistake.

I am Italian and, as everyone knows, Italy is famous all over the world for pasta. We have all sorts of pasta and each type of pasta has its own name.

Today i want to share with you the recipe of a first course i am sure you will fall in love with, homemade macaroni with cherry tomato sauce and fried aubergine 🙂 .

A friend of mine gave me the recipe of this dish, and it’s really easy to make, but it takes a while, so don’t make it if you’re in a hurry 🙂

Ingredients (for 5 persons)

  • 500 g durum wheat flour;
  • 3 eggs;
  • Warm water QS;
  • Extra-virgin olive oil;
  • 2 medium-sized aubergines
  • Salt;
  • 500 g cherry tomatoes;
  • A clove of garlic;
  • Basil QS

Wash the aubergines and dice them. Put them in a colander with 2 teaspoons of salt and wait 15 minutes. Then rinse them and fry them in olive oil until they become crispy.

Put the flour in a large bowl. Make a well in the center of the flour and add salt, two teaspoons of olive oil and the eggs. Beat the eggs till the flour absorbs them completely, then add some lukewarm water.

IMG-20150914-WA0006

Mix all the ingredients and then knead them on the table with your hands till you make a homogeneous dough. Wrap the dough in baking paper and put it in the fridge for 15 minutes.

IMG-20150914-WA0004

In the meanwhile pour as much olive oil as you like in a frying pan, and add a clove of garlic cut in half. Then add the cherry tomatoes cut in half or into four pieces. Add basil, salt and a pinch of sugar if the tomatoes are sour. The tomato sauce is ready when the tomatoes are soft and the peel has detached. Take the dough and stretch it with a rolling pin.

 

 

IMG-20150914-WA0010

When it is half a centimeter high, cut it in long stripes with a sharp knife and then cut the stripes into small rectangles.

IMG-20150914-WA0009

 

IMG-20150914-WA0008

Place each rectangle in the palm of your hand and make it roll over the palm while stretching it in the center with two fingers of the other hand.

IMG-20150914-WA0011

 

IMG-20150914-WA0007

Boil them in salted water till they rise to the surface. Finally mix them with the tomato sauce and add some grated cheese if you like. Have a good lunch 🙂

DSCN3704

 

IL PESCE SPADA ALLA PALERMITANA :) VELOCISSIMO E DA LECCARSI I BAFFI!!

Salve a tutti 🙂

Il piatto di oggi ha origine nel capoluogo della Trinacria, altrimenti detta Sicilia 🙂

La preparazione è incredibilmente veloce, non necessita di strumenti particolari e il successo è assicurato!!

Ho anche creato un contorno a base di verdure gratinate (perché mi era avanzato un po’ di pangrattato lol)

INGREDIENTI

Per una persona avremo bisogno di

  • 200/250 grammi di pesce spada (sono circa 2 tranci);
  • Pangrattato (una tazza da caffè abbondante);
  • Prezzemolo;
  • Sale;
  • Aglio;
  • Olio;
  • Succo di limone.

In un pentolino mettete a scaldare un po’ d’olio con uno spicchio d’aglio tagliato, o eventualmente l’aglio in polvere, e un pizzico di sale. Aggiungete il pangrattato e mescolate bene per far assorbire bene tutto l’olio.

Fate tostare a fuoco basso il pangrattato fino a quando non risulterà ben dorato. Toglietelo dal pentolino e versatelo in un piatto, schiacciandolo per farlo raffreddare bene.

Prendete un piatto dove avrete messo dell’olio e del sale, e intigetevi i tranci di pesce spada da ambo i lati. Passate ciascun trancio sul pangrattato, facendo attenzione a ricoprire ogni bordo.

1

Arrostite i tranci in una padella antiaderente a fuoco medio per far cuocere bene il pesce, e quando la panatura risulterà croccante sarà pronto 🙂

Guarnite con del succo di limone e del prezzemolo spezzettato.

Le verdure gratinate non fanno parte della ricetta. Io avevo a disposizione delle patate e dei broccoli. Li ho cotti a vapore e poi li ho ripassati in padella con un filo d’olio e il pangrattato rimasto.

3 2

Buon appetito 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RAVIOLI AI FUNGHI CON SALSA AI FORMAGGI

Salve a tutti 🙂

In questo articolo propongo una ricetta che ho sperimentato proprio oggi a pranzo, utilizzando come cavia una mia amica (che non è morta avvelenata, quindi significa che le voglio bene ❤ )… si tratta di gustosissimi ravioli ripieni ai funghi e conditi con una crema ai formaggi 🙂

INGREDIENTI

Per preparare l’impasto per due persone si segue la stessa ricetta dei cavatelli, ma con queste dosi:

  • 200 grammi di farina più 50 se l’impasto viene troppo molle;
  • un uovo;
  • acqua tiepida;
  • sale.

Per il ripieno avremo bisogno di

  • 200 grammi di funghi Champignon freschi;
  • una noce di burro;
  • sale;
  • panna liquida
  • aglio (ho usato quello in polvere, ma se non ne avete potete mettere a soffriggere uno spicchio d’aglio assieme al burro);
  • prezzemolo;
  • pepe nero.

Per la crema ai formaggi invece serviranno;

  • una noce di burro abbastanza grande;
  • panna liquida;
  • latte;
  • un cucchiaino di farina;
  • due formaggi a scelta, preferibilmente che si sciolgano facilmente (io ho usato il grana, che dà sapore, e il ragusano, ma voi potete usare quelli che volete e quanti ne volete soprattutto 🙂 )
  • pepe nero.

Preparate il ripieno lavando e tagliando i funghi a cubetti piccolissimi, perché il ripieno non dovrà strabordare.

In un padellino mettete a sciogliere la noce di burro, e aggiungete i funghi tagliati. Aggiungete sale, pepe nero, aglio e prezzemolo. Fate cuocere fino a quando rilasceranno tutta l’acqua.

Nel frattempo in una casseruola mettete la noce di burro, i formaggi tagliati a scaglie sottili, la panna, e il latte e una spolverata di pepe nero. Mettete a cuocere a fuoco bassissimo aggiungendo un cucchiaino di farina e mescolando con una frusta per evitare che si formino grumi.

Nel frattempo preparate l’impasto e fatelo riposare.

Una volta che i funghi sono cotti, metteteli in una ciotola e mischiateli con poca panna (se dovesse risultare troppo poco il ripieno, aggiungetene altra; io ho aggiunto della crema ai funghi che fortunatamente avevo)

1

Stirate l’impasto, creando una sfoglia molto sottile, e con l’aiuto di uno stampo per ravioli o di un bicchiere, ricavate dei dischetti.

2

Farcite ciascun dischetto con poco ripieno, altrimenti potrebbe esplodere 😛

3

Se vi avanza dell’impasto potete creare dei cavatelli 🙂

4

Cuocete i ravioli in acqua bollente salata, e non appena saliranno a galla saranno pronti !

Metteteli in una ciotola e conditeli con la crema ai formaggi (la crema dovrà risultare semiliquida per amalgamarsi bene alla pasta)

Servite caldissimi, con una spruzzata di pepe nero 🙂

6

Buon appetito 🙂

 

I ravioli alla pizzaiola :)

Salve a tutti 🙂

La ricetta che vi propongo ora nasce da una lunga e travagliata tradizione familiare…

Stupidagginy ! Nasce dall’accostamento tra due passioni per me fondamentali… mangiare e … inventare qualcosa di buono 😉

Il primo di cui vi parlo oggi consiste in dei ravioli di pasta all’uovo con ripieno di mozzarella e conditi con salsa di pomodoro. In un articolo che scriverò a breve inserirò anche una variante dei ravioli, ripieni di melanzane e conditi con un sugo a base di pomodoro e pesce spada, ricetta tipica siciliana 🙂 (quanno ce vo’ ce vo’… spero di aver scritto bene, dato che sto ancora imparando il romano lol)

Per l’impasto seguite la ricetta dei cavatelli, contando che ne verranno circa 20 (quindi vanno bene per 2 persone). Come ingrediente in più vi servirà una MOZZARELLA di circa 100/125 grammi ( volendo potete sostituire la mozzarella con del formaggio fresco che si sciolga facilmente)

Preparate del sugo di pomodoro come più vi piace, rendendolo abbastanza denso.

Tagliate a cubetti la mozzarella, facendoli scolare il più possibile (create circa 20 cubetti; se doveste farne di più utilizzate altra mozzarella o fate cubetti più piccoli… dipende quanto volete diventare ciccioni 😛 )

Dopo aver preparato l’impasto, con l’aiuto di un matterello e di tanta farina, stiratelo creando una sfoglia molto molto sottile (circa 2/3 millimetri).

 

13

Per creare i dischetti di pasta ho utilizzato uno stampo che potete trovare tranquillamente al supermercato.

20150203_195058

La parte superiore serve per sistemare il dischetto, riempirlo e richiuderlo, sigillando i bordi. La parte inferiore serve per tagliare la sfoglia. Nel caso non lo trovaste potete utilizzare un bicchiere per creare i dischetti e per sigillarli una forchetta, schiacciando bene i bordi.

Create dei dischi, facendo in modo di utilizzare quanta più sfoglia possibile, e una volta terminato lo spazio, stiratela nuovamente fino a quando non la esaurirete. Con la pasta che mi è rimasta ho anche fatto 4 cavatelli 🙂

14

A questo punto riempite ogni dischetto con uno o più cubetti di mozzarella e ripiegatelo, facendo attenzione a sigillarlo bene.

15

16

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata. Quando saliranno a galla saranno pronti 🙂 . Ripassateli in padella con il sugo e servire bollenti.

BUON APPETITO 🙂

 

Il segreto per essere felici è fare ciò che si vuole…